In Vino Veritas @ Vault 41, Rome [20 luglio]

In Vino Veritas


31
20
luglio
20:00 - 01:00

 Pagina di evento
Vault 41
Via Federico delpino 110, 00171 Roma
«Il Vault 41 è lieto di presentare „IN VINO VERITAS“.
Tutti i Giovedi e i Sabato
TATTOO AND WINE
Inebriate l'anima e la vista!
L'arte in vetrina, da gustare sensorialmente.
L'appuntamento del giovedi ritorna come sempre invitandovi a sorseggiare dell'ottimo vino e viaggiare attraverso un tour fotografico tra la magia dell'Algeria.

In Vino Veritas presenta la Mostra fotografica di Michael Ivy

L'ALGERIA DI UNA VOLTA 1976-1978

Era un Paese in via di sviluppo, indipendente dalla Francia da relativamente poco tempo (1962). Il governo era essenzialmente militare, presidiato dal colonnello Houari Boumediène, allora uomo forte dell’Africa del Nord. L’Algeria puntava all’autarchia, ufficialmente non schierata nella sua politica estera, ma con punti in comune con il blocco sovietico senza, però, condividerne l’elemento ateo: Infatti, la filosofia politica dell’Algeria era il “socialismo islamico”. Oggi, l’Algeria è il più grande Paese dell’Africa e la quarta potenza economica del continente.

Io, Michael Ivy (Londra 1953), ci ho vissuto e lavorato da novembre 1976 a giugno 1978, come insegnante d’inglese in un istituto tecnico ad Annaba, una città di porto sul mare nell’Est del Paese, l’ex-“Bone La Coquette” dell’epoca francese. Si trova vicino a Hippone, dove il Santo Agostino fu vescovo. Durante il mio tempo libero ho esplorato il Nord Constantinois e una parte del Sahara, da Annaba a Constantine, dal suggestivo sito romano di Timgad alle montagne degli Aurès ed alle oasi del nord Sahara come Biskra, El-Oued, la “ville aux mille cupoles” della viaggiatrice Isabelle Eberhardt, Touggourt e il suggestivo M’zab. Anche se, alla differenza dai suoi vicini il Marocco e la Tunisia, l’Algeria non era un Paese turistico, a quell’epoca si poteva viaggiare in tutta tranquillità.

Un breve discorso tecnico. Era il tempo dell’ “argentique” ovvero la fotografia analogica. All’epoca, avevo una fotocamera sovietica, la “Zenit-B”, e una fotocamera “Yashica-Mat” di seconda mano, copia giapponese della Rolleiflex tedesca. Prima di partire per l’Algeria, volevo vendere la Yashica-Mat e acquistare una fotocamera 35 mm, anche usata, ma di migliora qualità della “Zenit-B”, ad esempio la Asahi Pentax Spotmatic. Ma non sono riuscito a trovarne una. Quindi sono arrivato in Algeria con il materiale che avevo. Ho poi trovato che le pellicole 35mm in commercio in Algeria, importate dalla Germania Est e dall’Ungheria, erano difficilmente reperibile ed erano di scarsa qualità. Ma le pellicole 120, di formato 6 x 6, adatte per Rolleiflex e simile, erano di marca Agfa, importate dalla Svizzera. Queste pellicole erano molto richiesta per fotografare le feste di famiglia. C’era un fornitore fotografico in centro che aveva una grande scorta di pellicole ”Agfapan”. Sono diventato un suo ottimo cliente. Avevo inoltre la fortuna di avere accesso alla camera scura del Centro Culturale Francese, che organizzava concorsi e mostre fotografiche. Così, potevo fotografare le persone che incontravo e regalargli delle stampe. Questo era di prima importanza nel formare un rapporto di fiducia con le persone del posto

Ho iniziato a fotografare persone e posti nella zona di Annaba, poi nel secondo anno, che avevo un’automobile, ho esplorato una buona parte dell’est e del sud del paese, compresi il Sahara e le montagne dell’Aurès, berberofono da dove erano originari almeno due imperatori romani, Settimio Severo e Caracalla, e il vescovo Santo Agostino. Le foto presenti rappresentano una piccola parte dell’archivio che ho accumulato.
Alla memoria di Salima Bahloul
Discussione
image
Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
Effettua una veloce registrazione o autorizzazione.

Eventi più atteso in Roma :

Raduno nazionale di chi non ha superato la prova costume
Rome, Italy
Degustazione di Presciutto dorce e Olive Greche da Agusto
Rome, Italy
Accesso Gratuito Musei Vaticani
Viale Vaticano, 00192 Roma RM, Italia
Accesso gratuito Castel Sant'Angelo
Castel Sant'Angelo Roma
Passetto di Castel Sant'Angelo in notturna
Bellezze di Roma
Ligabue in concerto - Roma (recupero del 03/02 o del 12/04)
PalaLottomatica
Ligabue in concerto - Roma (recupero del 04/02 o del 13/04)
PalaLottomatica
Neve su Roma il 5 agosto: è la leggenda dell’Esquilino
Basilica di Santa Maria Maggiore
Pellegrinaggio a Lourdes
Parrocchia Santi Elisabetta e Zaccaria
Gli eventi più popolare nel tuo newsfeed!